Home » Pillole di Psicologia » FOBIA SCOLARE

FOBIA SCOLARE

Cos'è la fobia scolare?

La fobia della scuola è un a condizione di disagio che si manifesta con il rifiuto da parte del bambino o dell’adolescente di andare a scuola. Il bambino può riuscire ad andare a scuola la mattina e poi chiedere di chiamare i genitori per farsi riportare a casa, dopo poche ore.

Il minore stesso il più delle volte, non sa spiegare il proprio comportamento.


L’inizio del problema è quasi sempre improvviso, anche se in alcuni casi può verificarsi all’inizio dell’anno scolastico o in concomitanza al rientro a scuola dopo un periodo di assenza  per  le vacanze o a causa di una malattia.

E’ opportuno verificare se ci sono  motivi di disagio per il bambino all’interno dell’ambiente scolastico, ma  in genere le origini del disturbo  sono da ricercare nell’ansia del minore    per l’allontanamento dalle figure di riferimento.

L’ansia per la scuola, in alcuni casi,  si manifesta con una grande agitazione nel momento in cui il bambino deve uscire di casa: piange, urla  e chiede di non andare a scuola.

Se viene costretto con maniere forti, può mettere in atto anche comportamenti di fuga.

L’ansia può anche insorgere durante la sera precedente alla giornata scolastica disturbando il sonno.  Inoltre la fobia scolare spesso si manifesta con sintomi somatici come il mal di pancia, vomito o cefalea .

Quando il bambino rimane a casa durante le ore di lezione, sembra non avere nessuna difficoltà ed è molto tranquillo. Cerca di fornire spiegazioni razionali riguardo alla propria paura ed in alcuni casi manifesta timori rispetto alla perdita di una persona cara mentre si trova fuori da casa.

Secondo DSM IV  il persistente rifiuto di andare a scuola insieme ad altri sintomi, evidenzia la presenza di un  Disturbo da Ansia di Separazione.

Tuttavia , l’angoscia da separazione è spesso normalmente presente , in minima parte, durante la fase che riguarda l’età della scuola dell’infanzia. La differenza, rispetto ad una vera e propria condizione di disagio, è nell’intensità dell’ansia, nel potere che ha di limitare la frequenza scolastica e nella persistenza nel tempo.
Quando è presente la fobia scolare, per parlare di un Disturbo di Ansia da Separazione devono sussistere, alcuni sintomi-chiave. Tra questi, oltre all’ansia legata alla frequenza scolastica  rientrano anche almeno due tra quelli elencati di seguito:

- malessere ricorrente durante altre forme di separazione da casa; 
- preoccupazioni  per la perdita di persone care o per la possibile separazione da esse a   causa di eventi imprevisti; 
- paura di stare soli; 
- rifiuto a dormire soli; 
- incubi sul tema della perdita affettiva; 
- sintomi fisici al pensiero di dover vivere una separazione. 

La fobia scolare si può ricondurre ad Ansia da Separazione quando il disagio si manifesta prima dei diciotto anni, almeno  per quattro settimanecompromettendo spesso la vita sociale, scolastica o altre aree.. 

Per affrontare  questo problema, è importante rivolgersi ad uno specialista che possa fare una valutazione del funzionamento del bambino o dell’adolescente e delle relazioni familiari. 

La Terapia Familiare risulta essere uno dei percorsi maggiormente indicati, dal momento che il contesto in cui il bambino/adolescente vive ha una notevole importanza.

I membri della famiglia, all’interno di un contesto terapeutico di questo tipo, possono scoprire nuove risorse  da utilizzare.

Dr.ssa A.Schiavoni su

Dr.ssa Alessandra Schiavoni
Psicologi Firenze